Cookie utilizzare la notifica

Questo sito utilizza i cookie per fornire un servizio più attento e personalizzato.

L’accesso a questo sito implica l’accettazione dell’utilizzo dei cookie come indicato nella nota informativa allegata. Vi preghiamo pertanto di prenderne visione per ulteriori informazioni sui cookie da noi utilizzati e sulle modalità per eliminarli o bloccarne l'utilizzo.

Cushman & Wakefield advisor nell’acquisizione di un immobile a Milano nell’area Bicocca

foto Pirelli Bicocca
Clicca per ingrandire

Il team italiano Capital Markets di Cushman & Wakefield ha assistito Cromwell Property Group per conto di un investitore coreano, nell’acquisizione di un immobile nell’area Bicocca a Milano. Il venditore è il fondo “All Star” gestito da Kryalos SGR.

L’immobile è interamente occupato dal gruppo Pirelli Tyre, società italiana leader a livello globale e di standing internazionale fondata nel 1872. Attiva in oltre 160 Paesi, oggi Pirelli è tra i principali produttori mondiali di pneumatici e di servizi a questi collegati.

L’asset, ad uso prevalentemente direzionale, ha una superficie di circa 22.700 mq ed è distribuito su 4 piani fuori terra oltre a 4 piani nel basement, dedicati a laboratori e aree di ricerca. L’immobile è situato nell’ormai consolidata area direzionale di Bicocca a Milano, a poca distanza dalla fermata della linea 5, Ponale. L’area è oggi oggetto di diversi progetti di valorizzazione che interessano immobili esistenti e/o di nuova realizzazione ed è già stata scelta negli anni passati come destinazione preferita per insediare la propria sede da molte società internazionali, tra cui Philips, ING, Deutsche Bank e Panasonic.

Carlo Vanini, responsabile del dipartimento Capital Markets in Italia, afferma: “' Il mercato immobiliare italiano continua a rimanere nel radar degli investitori internazionali. Nel 2018 solo nel settore uffici a Milano sono stati investiti quasi 2 miliardi di euro, di cui il 56% rappresentato da capitali internazionali: la mancanza di prodotto è stata il freno principale ad un'ulteriore espansione in termini di volume, vista la forte domanda ancora presente.

“Il capitale asiatico rappresenta ancora  una piccola percentuale del capitale internazionale investito in Italia, meno del 5%, ma stiamo assistendo ad una crescente attività, principalmente da parte dei coreani. La qualità della location, insieme a quella del covenant e al contratto di lungo periodo sono fra i requisiti maggiormente richiesti da questa tipologia di investitore. E sono gli asset con queste caratteristiche che gli investitori coreani stanno cercando in Italia, così come in altre parti d'Europa.”

L’assorbimento per spazi uffici a Milano nel 2018 ha toccato un altro volume record, quasi 400,000 mq, una crescita del 12% rispetto al 2017, così confermando il buon momento di mercato. Ciò continua ad alimentare gli investimenti immobiliari nel settore degli uffici che, nel primo trimestre 2019 solo a Milano, hanno fatto registrare un volume intorno ai 700 milioni di Euro, secondo dati ancora preliminari.    

Nel 2018 Cushman & Wakefield ha agito come advisor su oltre $34 miliardi di transazioni nella regione EMEA di cui il segmento uffici ha compreso $15 miliardi. Il Korea Desk, all’interno del team Cushman & Wakefield International Capital Markets a Londra lavora quotidianamente con investitori coreani e solo nel 2018 ha completato transazioni per un volume complessivo di oltre € 2 miliardi in Europa”.



COMUNICATO STAMPA